Bando: MusicMovesEurope

E' ancora aperto il bando ( Call for Proposals EAC/S17/2019) nell'ambito di Europa Creativa, Sottoprogramma Cultura, per un'azione preparatoria "La musica muove l'Europa: aumentare la diversità e il talento della musica europea" con la finalità di spianare la strada verso il "sostegno settoriale alla musica" come nuovo elemento per il prossimo programma Europa creativa dopo il 2020.

SCADENZA 15 NOVEMBRE 2019

 

Music Moves Europe (MME) è il quadro generale per le iniziative e le azioni della Commissione europea a sostegno del settore musicale europeo. Sviluppato da una serie di incontri con rappresentanti del settore musicale a partire dal 2015, Music Moves Europe è stata lanciata come iniziativa strategica dalla Commissione. Da allora si è ulteriormente sviluppato e oggi rappresenta il sostegno dell'UE alla musica.

La musica costituisce un pilastro importante della cultura europea ed è probabilmente il settore culturale e creativo con il pubblico più vasto. È una componente essenziale della diversità culturale dell'Europa e ha il potere di apportare cambiamenti positivi nella società. La musica ha anche una grande importanza economica: il settore, basato su piccole e medie imprese, dà lavoro a più persone rispetto all'industria cinematografica e genera oltre 25 miliardi di euro di entrate all'anno.

Negli ultimi dieci anni, il settore musicale europeo è stato fortemente influenzato dal cambiamento digitale e dall'aumento della concorrenza da parte di attori globali, in particolare dagli Stati Uniti e dal Regno Unito. Ha attraversato una grave crisi che ha portato a cambiamenti fondamentali nel modo in cui la musica viene creata, prodotta, distribuita, consumata e monetizzata. L'industria musicale è in costante adattamento (nuovi modelli di business, nuovi modi di interagire) cerca di ampliare la portata del pubblico, aprendo così la strada ad altre industrie di contenuti. Tuttavia, permangono sfide importanti, ad esempio, la ripartizione delle entrate e la giusta remunerazione degli artisti in questo nuovo ambiente digitale.

Con MME, la Commissione europea vuole sviluppare e rafforzare ulteriormente i beni forti del settore: creatività, diversità e competitività. L'obiettivo finale è sviluppare una vera politica musicale europea.

 

l presente invito a presentare proposte mira a promuovere un distribuzione sostenibile della musica dal vivo attraverso la cooperazione tra locali di musica di piccole e medie dimensioni al fine di stimolare modelli di collaborazione innovativi e migliorare il ruolo e l'identità dei locali nella comunità locale. L'obiettivo generale di questo invito è quello di aumentare la capacità dei locali musicali di rimanere competitivi in un contesto di mercato e regolamentazione in rapido cambiamento.

Le proposte del presente invito dovrebbero contribuire all'obiettivo generale coprendo almeno uno dei due seguenti obiettivi specifici:

1. Cooperazione tra piccoli locali di musica per aumentare la loro capacità di affrontare le sfide sociali o economiche che devono affrontare.
2. Impegnarsi in partnership con le autorità locali, regionali o nazionali competenti per la creazione di un ambiente favorevole per i piccoli locali di musica al fine di massimizzare il loro contributo socio-economico alle comunità locali.


La Commissione intende selezionare e sostenere indicativamente 15 progetti di cooperazione
tra piccoli locali di musica, così come tra piccoli locali di musica e pubbliche
autorità.

Le attività ammissibili nell'ambito del presente invito a presentare proposte sono:

  • cooperazione tra piccoli locali di musica, apprendimento tra pari, scambio di esperienze e buone pratiche; 
  • scambio di personale tra club sotto forma di visite di studio, distacchi, tirocinanti;
  • sviluppo di strategie aziendali competitive;
  • elaborazione di strategie economiche notturne per le città per la creazione di un ambiente che permetta il funzionamento prolungato dei locali di musica;
  • dialogo con le comunità locali e con le locali autorità competenti ;
  • campagne PR per dimostrare il contributo di piccoli locali musicali allo sviluppo socio-economico delle comunità locali;
  • comunicazione e diffusione dei risultati dei progetti.

Soggetti ammissibili:

  • organizzazione pubblica o privata con personalità giuridica;
  • organizzazione no profit (privata o pubblica);
  • autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali);
  • entità redditizie
  • un consorzio di singole entità di almeno due diversi paesi ammissibili, che gestiscono piccoli locali musicali (fino a 400 capacità) o  un consorzio composto da enti pubblici o privati, non necessariamente di diversi paesi ammissibili, di cui almeno uno gestisce un locale musicale con una capacità fino a 400.

SCADENZA: 15 NOVEMBRE 2019

Ulteriori informazioni nei LINK a lato della pagina e nella scheda dell'invito diffusa da EUROCITIES (rete dei Sindaci delle maggiori città europee). 

 

Ultimo aggiornamento: Gio, 10/10/2019 - 17:26